Carissimi amici è con grande piacere che vi aggiorno il calendario del 2021 visto che ci è stato richiesto un altro appuntamento in Emilia, dove siamo già presenti con due incontri.

Infatti, pur non avendo ancora deciso a che data spostare l’incontro che si doveva tenere ad inizio luglio che non è stato effettuato al Golf Le Robinie, spostato per le giornate eccessivamente calde, abbiamo un ritorno al Golf Castell’Arquato che ci ha visto partecipi nei primi anni di attività.

Chef in Green è quindi contento del successo che riscuote e della partecipazione, pur in una annata ancor difficile per mutamenti, restrizioni e difficoltà che il Covid continua a portare.
Siamo giunti ad un calendario che vede inseriti 12 appuntamenti abbastanza ben distribuiti sull’area nord della nostra bellissima Italia, mi si chiede perché non più centro o sud al che la risposta è legata ai costi e ai partner che, anche quest’anno non erogano cifre possibili ad un, pur piccolo team, di spostarsi adeguatamente e non permette grandi premi come un tempo Golf&Gusto era abituato a consegnare.
Singola Cover G&G N.39-40
Si fa con “les moyens du bord” ma si fa egualmente perché pensiamo che offrire i lunedì di relax e divertimento, in questo periodo veramente duro, ai nostri cari amici chef e non solo, è da parte nostra un dovere per contribuire con quel che possiamo a donar loro delle giornate diverse ed a farli ritrovare in questo periodo che, per lungo tempo, sono rimasti ognuno nel loro ambito.
I contesti dei golf prescelti sono sempre molto belli, ma le scelte sono sempre legate ad un imperativo: la gestione della cucina deve essere aperta a poter ospitare al suo interno altri attori, altri chef per poter predisporre dei menù diversi dal solito perché effettuati a più mani, menù che diventano un po’ unici e danno alla cena lo spunto per attirare in quella giornata commensali che arrivano anche da altri lidi, legati magari agli stessi chef ospiti e di diverse cucine, con la possibilità a codesti commensali, non soci dei circoli, di poter visitare e vivere la cena in un ristorante di un golf.
Da quest’anno grazie all’apporto della Zwiller Ballarini il team si è dotato anche di una postazione di show cooking per dare agli chef, che non possono restare alla cena per problemi di lavoro, la possibilità di farsi conoscere esibendosi in questo momento speciale della giornata, il pranzo. Offrendo la loro professionalità e un pur semplice pasto prima della gara che, come sempre avviene, pone in coppia il giocatore golfista e il neofita chef, sommelier o addetto alla ristorazione ed ormai, da molto anche produttore. Beh un punto interessante quello della gara a coppie che mette subito in relazione, per nove buche, chi cucina o chi produce o degusta, con un suo futuro cliente.

La scelta dei golf è legata anche al fatto che, mentre il lunedì è la giornata in cui la maggioranza dei ristoranti è chiuso, al limite non essendo una giornata piena, è possibile che lo chef lasci la sua brigata da sola, molti golf invece hanno questa giornata anch’essi di chiusura, tutti piccoli, ma importanti impedimenti che fanno si che la direzione, che fa gli accordi, deve vagliare.
La nostra voce va anche ai produttori, piccoli o grandi che siano, che potrebbero avere per un giorno una vetrina in un mondo interessante con attori diversi che partecipano, dal golfista allo chef, sommelier ed altri, quindi dare visibilità tramite i corner che vengono loro proposti a mondi che, pur avendo numeri bassi, sono di grande qualità per i contatti che offrono. Incontrare un futuro cliente in un ambiente che è la sua casa, come il golfista nel suo circolo, o in un giardino simpatico come chef e addetti alla ristorazione, vale molto per creare contatti più ravvicinati che quelli di una fiera dove si, i numeri sono molti, ma alla fine non molti quelli che danno contatti super ravvicinati.
Ecco quindi alcuni punti che Chef in Green continua a tenere molto controllati e che possono essere utili per capire le scelte che la direzione compie nel proporre i suoi lunedì speciali, le sue giornate diverse.
Grazie per l’attenzione e godetevi questo bel calendario 2021.

 

Articolo precedenteA La Pinetina Golf Club ritorna Chef in Green
Prossimo articoloLassù qualcuno ci ama?
Architetto veneziano, Roberta Candus, dopo un periodo di lavoro in questa veste, viene portata a Parigi dalle vicende della vita dove, per oltre ventanni lavora per il Club Mediterranèe, a Parigi e nei villaggi del mondo per poi, dopo un'immersione nel marketing, arriva a Milano come direttore comunicazione ed immagine dell'azienda francese. Per una sua esperienza a Vittel crea il circuito per il Club Med prima Interprofessional, quindi il Club Med Cup. Per la prima volta, quale sponsor dell'Open d'Italia crea i team degli sportivi nelle ProAm e, sempre legate allo sport, il Giro d'Italia in vela con Cino Ricci. Lasciati i francesi apre a Milano la sua società di comunicazione promuovendo il Cile attraverso le prime giornate gastronomiche presso il Jolly Hotel. Esce con il primo magazine Stil nel 1998 di cui è direttore per il target dei fumatori di sigaro e pipa abbinando così il suo circuito Cigar Golf Cup con degustazioni e momenti piacevoli di abbinamenti. Appassionata di distillati oltre che di sigari è presidente dell'associazione Fumatori di sigari Golfisti epicurei. La sua ricerca per tutto quel che è buono, genuino, per tutti i piaceri della vita che la natura può offrire, come sottolinea sul pay off del magazine Golf&Gusto, il periodico per gli amanti del gusto della vita, l'enogastronomia entra sempre più nelle sue corde e così nella serie di eventi Golf&Gusto Cup si possono conoscere piccoli produttori di grandi prodotti. Il fil rouge "il gusto del gioco, il gioco del gusto" fa capire il desiderio di fare cultura su questo nostro mondo ricco di piccoli, grandi produttori. Ormai da 12 anni frequenta anche il mondo degli chef per cui lo scorso anno, spinta da uno simpatico stellato, da' vita al nuovo format "Chef in Green" per far conoscere anche a loro il piacere di questo sport all'aria aperta in cui ci si batte contro se stessi per migliorarsi e condividere spazi molto belli e dialogare tra loro e con possibili clienti, conoscere prodotti, in un contesto open air diverso e bellissimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.